Vai all'Homepage


 
Regolamento

Associazione Responsabili Tecnici Ambientali (ARTA)

 

REGOLAMENTO

Approvato dal Consiglio Direttivo Nazionale il 2 maggio 2013

 

Premesse

Il presente Regolamento è predisposto a norma dell’art. 4 (Diritti ed obblighi dei soci) dello Statuto dell’Associazione Responsabili Tecnici Ambientali (ARTA) per l’applicazione delle norme in esso contenuto.

Il Regolamento può essere modificato interamente o in parte, secondo le norme stabilite dallo Statuto vigente.

Il presente Regolamento rimane in vigore anche successivamente ad eventuali cambiamenti dello Statuto che non prevedano una sua espressa modifica o annullamento.

 

Sezioni tematiche e Commissioni specifiche

L’ARTA risulta strutturata in sezioni tematiche, secondo quanto previsto dall’art. 14 dello Statuto.

Sono costituite le seguenti sezioni tematiche:

1.     Iscrizioni e rapporti con l’Albo Gestori Ambientali

2.     Avvio alla professione e aggiornamento formativo degli associati

3.     Rapporti con Enti, Istituzioni ed Organi di controllo

4.     Commissione determinazione tariffe

5.     Consulenza ed aggiornamento normativo.

 

Il responsabile della sezione tematica opera autonomamente, organizzando una struttura operativa e promuovendo iniziative che portino allo sviluppo della Sezione, in linea con quanto previsto dagli scopi statutari dell’Associazione.

Il responsabile della Sezione deve riferire e rispondere del suo operato al Consiglio Direttivo Nazionale (CDN).

Possono essere realizzate organizzazioni periferiche organizzate sul modello della struttura nazionale, solo su autorizzazione del CDN secondo razionali criteri di istituzione; in ogni caso le modalità operative devono essere svolte in rispetto e relazione alle indicazioni del presente articolo 1.

Per proporre l’apertura di una nuova sezione, è necessaria la richiesta di almeno 15 Soci, che per residenza o domicilio “effettivo” faranno poi riferimento a detta sede.

 

Categorie di Soci

Gli Associati si suddividono nelle seguenti categorie statutarie: soci fondatori, ordinari, aderenti, sostenitori e ordinari, così come definiti nell’art. 3 dello Statuto.

 

Requisiti e modalità di iscrizione

La richiesta di iscrizione all’Associazione è subordinata al possesso dei requisiti richiesti dall’art. 3 dello Statuto. 

L’iscrizione all’ARTA si effettua mediante domanda sottoscritta dall’interessato compilando, in ogni sua parte, l’apposita scheda predisposta dalla Segreteria Nazionale dell’Associazione, disponibile anche sul sito web dell’Associazione www.responsabilitecnici.it, allegando due foto formato tessera. La quota associativa è la somma che gli associati devono versare annualmente entro i termini statutari. L’importo annuale è deciso dal CDN.

La quota di adesione annuale, è di euro 350,00 per i Soci Sostenitori, di euro 150,00 per i Soci Ordinari e di euro 100,00 per i Soci Aderenti.

L’iscrizione diventa esecutiva solo dopo l’accettazione ed il successivo pagamento della quota associativa.

 

Ammissione alla’Associazione

L’ammissione all’Associazione per i Soci Ordinari avviene a seguito dell’accoglimento, da parte del CDN, della domanda inoltrata dal candidato ed in seguito alla verifica del possesso dei requisiti minimi d’ingresso.

Il CDN valuterà le domande pervenute nel corso della prima riunione utile, dando comunicazione scritta all’interessato dell’esito. Il parere espresso dal CDN non è sindacabile.

I laureati o diplomati che non abbiamo frequentato uno dei previsti corsi di abilitazione per responsabile tecnico, in quanto per essi non obbligatorio, possono chiedere di essere iscritti all’associazione solo se hanno già assunto almeno un incarico, che si evinca dall’iscrizione in possesso dell’impresa committente.

L’Aspirante socio Ordinario, Sostenitore o Aderente deve possedere i requisiti previsti e specificati nel DM n° 406 del 28 aprile 1998 per poter assumere l’incarico di Responsabile tecnico.

I requisiti per l’ammissione all’Associazione per i Soci Sostenitori sono i seguenti: status di persona fisica, società, studio professionale, persona giuridica ed Ente pubblico o privato interessati alle problematiche dell’ ingegneria che intendono sostenere  con  il  loro contributo l’Associazione. I sostenitori diversi dalle persone fisiche dovranno essere rappresentati dal legale rappresentante o da altra persona specificatamente delegata.

L’ammissione all’Associazione per i Soci Aderenti avviene a seguito dell’accoglimento da parte del CDN della domanda inoltrata dal candidato ed in seguito alla verifica del possesso dei requisiti minimi d’ingresso e parere discrezionale insindacabile del CDN.

Il socio ammesso, accetta e sottoscrive lo Statuto dell’Associazione, il codice deontologico e il presente Regolamento, impegnandosi a rispettarli in ogni sua parte.

Il socio aderente deve, entro due anni dall’iscrizione, iscriversi come socio ordinario dimostrando di possedere i requisiti minimi, in caso contrario perde automaticamente anche la qualità di socio aderente.

Al socio iscritto viene rilasciato una tessera con relativa foto e codice identificativo, di durata annuale.

Le quote di rinnovo dell’iscrizione dovranno essere versate entro un mese dalla data di scadenza annuale dell’iscrizione. Il socio è considerato moroso in caso di mancato versamento della quota associativa entro due mesi dalla data di iscrizione annuale, con conseguente decadenza dagli incarichi, dalle cariche sociali e perdita dei vantaggi riservati ai soci. Oltre tale data la Segreteria è tenuta a segnalare al C.D.N. il nominativo dei soci morosi per l’applicazione dei disposti dell’ art. 8 dello Statuto. 

 

Candidature

Le candidature alle cariche sociali, stabilite dall’art. 6 dello Statuto, dovranno pervenire almeno 7 giorni prima della data di convocazione dell’Assemblea Nazionale nella quale è previsto il rinnovo delle cariche sociali.

Le proposte di candidatura, inviate alla Segreteria Nazionale, dovranno essere formulate per iscritto riportando i dati del candidato, copia dichiarazione sostitutiva del casellario giudiziale e degli eventuali carichi pendenti ed il programma che intende svolgere qualora egli sarà eletto.

 

Cessazione della qualità di Associato

 La qualità di Associato cessa:

-      per dimissioni presentate per iscritto dal socio, in qualunque momento e senza  alcuna  restrizione,  mediante comunicazione a mezzo raccomandata;

-      per delibera del CDN comunicata al socio, per iscritto a mezzo R.A.R. nei seguenti casi:

-      per venire meno dei requisiti richiesti per l’ammissione;

-      per inadempienza agli obblighi assunti dal Socio a norma dello Statuto;

-      per non aver accettato e/o sottoscritto e/o rispettato il codice deontologico;

-      per decadenza, per morosità del Socio, che informato mediante R.A.R., persista in tale situazione per oltre 30 giorni. La decadenza può essere sanata attraverso il pagamento di tutte le quote pregresse e la presentazione della sola domanda d’ammissione, versando la relativa quota d’iscrizione.

 

Elenchi degli Associati nel sito RTA

Il sito Internet dell’Associazione contiene, dietro autorizzazione al trattamento dei propri dati anagrafici, l’elenco di tutti i nominativi degli Associati (fond./ord./ader./sosten.)in ordine alfabetico, suddivisi per sezioni territoriali, con relativa scheda personale dei campi di intervento. Fanno eccezione, in questo, i soli Associati aderenti, in quanto non ancora in possesso dei requisiti di RTA.

 

Verbali delle adunanze

Gli organi dell’Associazione sono tenuti a redigere i verbali di tutte le riunioni convocate a norma dello Statuto stesso ed inviarli alla Segreteria, che provvederà alla loro diffusione agli aventi causa.

 

Comitato Tecnico – Scientifico

Il Comitato Tecnico – Scientifico viene eletto dal Consiglio Direttivo.

Esprime valutazioni sui corsi anche interni tenuti dalla stessa Associazione per sopperire agli obblighi di aggiornamento con cadenza annuale che gli Iscritti devono regolarmente frequentare come requisito minimo di iscrizione.

I suoi componenti sono scelti fra i Soci fondatori, ordinari ed onorari, saranno in numero minimo di tre e massimo di nove. I Soci Ordinari dovranno avere almeno tre anni di anzianità di iscrizione ininterrotta all’associazione RTA e con l’iscrizione in corso di validità al momento della designazione. I Soci onorari possono essere designati anche in carenza del requisito di anzianità sopra indicato.

I componenti rimarranno in carica per 4 anni. Tuttavia potranno essere sollevati dall’Incarico, su giudizio insindacabile del Consiglio Direttivo, nell’ipotesi che non abbiano dato il contributo sperato per il raggiungimento degli obiettivi dell’Associazione.

I singoli  componenti decadono dall’incarico qualora siano stati assenti ingiustificati per tre consecutive riunioni del Comitato di appartenenza.

 

Per il raggiungimento degli scopi associativi, il suddetto comitato ha la facoltà di proporre, organizzare ed approfondire:

-      progetti di formazione

-      seminari e convegni

-      particolari tematiche tecnico - scientifico di interesse per l’associazione

 

Organizzazioni Periferiche

Nelle aree geografiche ove siano presenti uno o più soci e/o sezioni tematiche attive, è possibile costituire Organizzazioni Periferiche come indicato al comma 1.4.

Le Organizzazioni Periferiche operano in simbiosi ed autorizzazione del CDN, possono realizzare iniziative che rispecchiamo lo statuto, il presente regolamento ed il codice etico, solo nell'area d'azione. 

Le Organizzazioni periferiche non sono organismi autonomi.

               

Norme Comportamentali e uso del tesserino

Le norme comportamentali e l'uso del tesserino sono riportate all'interno del documento titolato Codice Deontologico.

 

Convocazione Assemblea

L’ Assemblea degli Associati, straordinaria o ordinaria, viene convocata dal Presidente su delibera del Consiglio Direttivo che ne fissa la data, il luogo, l’ora e l’ordine del giorno, sia in prima che in seconda convocazione. L’avviso di convocazione deve essere recapitato agli Associati tramite lettera raccomandata o fax o posta elettronica (sia in modalità semplice che certificata PEC), almeno 20 giorni prima della data della stessa Assemblea, fermo restando che il destinatario dia riscontro  dell’avvenuta ricezione di avviso. Entro tale termine sarà premura del Consiglio Direttivo di fornire ai convocati tutti i documenti in relazione agli argomenti da trattare in Assemblea, in alternativa verranno pubblicati (nell’area di accesso riservato) sul sito internet dell’Associazione.

La convocazione straordinaria dell’Assemblea, effettuata per iscritto, può essere richiesta da almeno un terzo più uno degli iscritti aventi diritto al voto. Questi dovranno dare   informazione al Presidente Nazionale degli argomenti da trattare; dopodiché, il Presidente deve procedere con la convocazione dell’Assemblea entro 15 giorni dalla ricezione della richiesta, nelle medesime modalità  di convocazione di un’Assemblea ordinaria. Ove il Presidente non provvedesse nel termine sopradetto, il rappresentante del gruppo dei soci richiedenti provvederà a convocare l’assemblea dei Soci  con le medesime modalità sopra indicate.

 

Modifiche al Regolamento

Le norme fissate dal presente Regolamento possono essere modificate con deliberazione dell’Assemblea a condizione che vengano rispettati i principi cui fa riferimento lo Statuto e che le modifiche siano presenti nell’ordine del giorno dell’Assemblea convocata.

Ogni modifica, variazione, soppressione, verrà comunicata per iscritto a tutti i Soci.

     

Visite: 55096